Blog
  Ritorno ai post

PET il riciclo intelligente

PET il riciclo intelligente

Il materiale più utilizzato per i nostri prodotti è il PET, una materia sintetica che non perde le sue proprietà fondamentali se riciclato e che si può così trasformare ripetutamente per la realizzazione di prodotti pregiati.
Il PET è la plastica più riciclata per i suoi molteplici vantaggi rispetto ad altri tipi di plastica. E’ ideale per il packaging degli alimenti e dei  cosmetici in quanto, essendo un polimero molto inerte, non ha alcuna interazione con ciò con cui viene a contatto. E’ in grado di creare una barriera per l'ossigeno e l'acqua e gli si può dare facilmente forma, è altamente resistente e molto leggero, perfetto per i flaconi cosmetici.
Da Flaconi in PET vuoti nascono quindi nuovi Flaconi: grazie alla corretta pratica della raccolta differenziata, ogni bottiglia in PET può rinascere in un nuovo materiale, chiamato R-PET. 
In questo contesto, il PET riciclato è destinato a diventare sempre più importante a causa di una serie di fattori, in primis il fatto che il Parlamento europeo a stabilito che le bottiglie devono contenere il 25% di contenuto riciclato entro il 2025 e il 30% entro il 2030. Inoltre anche la crescente attenzione del consumatore finale alle tematiche legate all'ambiente e di conseguenza all'importanza del riciclo, porteranno questi processi a crescere nel tempo.
E infine anche il fattore economico, sia in termine di risparmio, sia per l'indotto che l'innovazione di queste tecniche porta e porterà in futuro.
Ma il fattore più importante per la scelta effettuata da LIFE OLUTIONS per il packaging dei suo prodotti  CHROMAROMA è che questo ciclo di packaging chiuso permette di ottenere un impatto positivo sull'ambiente che ci circonda, facendo risparmiare energia per il processo di produzione, riducendo di conseguenza l’emissione di gas a effetto serra e l'utilizzo di materie prime, tra cui il petrolio, e abbattendo la produzione e quindi lo smaltimento dei rifiuti non riutilizzabili.
Scritto il  28 ott 2021 14:56  -  Link permanente

Commenti

Nessun commento per quest'articolo.

Lascia un commento

I commenti sono moderati. Non appariranno finche l'autore non li avrà approvati.
Il nome e l'indirizzo email sono obbligatori. L'indirizzo email non sarà visualizzato con il commento.
Il tuo commento
Il tuo nome *
Il tuo indirizzo email *
URL del tuo sito